VISUALIZZA NOTIZIA RUBRICA
BITCOIN E MONETE VIRTUALI

[CHIUDI E TORNA INDIETRO]                          [STAMPA]
27-03-2018         [Vedi articolo sul web]
immagine giornale

CLAUDIO CERTALDO

Torna la Lira italiana: sarà una criptovaluta

Il progetto ITL dà una vita 2.0 alla vecchia Lira: la moneta abbandonata in favore dell'euro risorge online

 

Torna la Lira. O quasi. La vecchia moneta italiana, quella messa in soffitta con l'ingresso dell'Euro, riscopre la sia nuova vita 2.0.

 

La ritroveremo nelll'universo delle monete digitali, le criptovalute conosciute ai più come Bitcoin.

La Lira 2.0 nasce dal progetto nato nel 2017 e denominato Itl, Italian Lira. "ITL - si legge nel sito - è una criptovaluta senza il controllo di banche o governi. ITL è stato sviluppato da un team di giovani che vivono in 5 continenti e collegati da un singolo progetto: creare un sistema di pagamento indipendente dai governi. ITL (Italian Lira) è un'invenzione rivoluzionaria. Il suo significato essenziale è la digitalizzazione del denaro". Gli autori credono "in un modo decentralizzato che dovrebbe essere la chiave per il nostro futuro economico" e per questo hanno pensato di riesumare la Lira ma di dargli un nuovo svuluppo. Quello digitale.

"Con Lira Italiana è possibile effettuare transazioni di denaro in ogni parte del mondo - si legge nella presentazione - ma soprattutto nell’arco di pochissimi secondi grazie alla blockchain di Ethereum. Il token permette tra le altre cose di avere il controllo totale delle proprie informazioni finanziarie, il tutto in completa sicurezza". In fondo non è altro che un'altra delle criptovalute presenti sul mercato. E secondo quanto scrive Qui Finanza può essere comprata su Stocks Exchange, Token Store, ForkDelta e EtherDelta.

Il progetto di ITL è stato pensato in tre fasi. La prima, già conclusa, prevedeva la formazione di un gruppo di sviluppatori che mettessero a punto i token ITL. Entro il 2019, poi, dovrebbe arrivare il sito web la vendita dei token fino ad arrivare al 2022 con lo sviluppo e la distribuzione di sistemi di pagamento wireless per dispositivi mobili. In molti, però, sembrano avere alcune perplessità: sono tanti i progetti di criptovaluta e il mercato, dopo un primo momento di curiosità collettiva, non sembra più così appetitoso.



[CHIUDI E TORNA INDIETRO]          [STAMPA]